Trnovo

Trnovo può essere raggiunto dalla direzione di Nova Gorica percorrendo la strada di 15 km, piuttosto tortuosa e in alcune parti anche stretta. Dopo la faticosa salita si può rinfrescare nella locanda, una nuova acquisizione per il villaggio. L'edificio, che si trova al punto più alto del villaggio (a circa 780 m sul livello del mare), è la chiesa situata nel centro. Lì si trovano anche negozio, ufficio postale, ambulatorio e scuola succursale di prime 4 classi. Poi gli scolari frequentano la scuola elementare di Salcano (in Slovenia la scuola elementare dura 9 anni). Nel centro del villaggio le case sono piuttosto compatte. Il villaggio si estende lungo la strada Solkan-Lokve e ha anche alcune frazioni. Ci sono circa 320 abitanti che vanno a lavorare a Nova Gorica o in altri villaggi vicini. Solo poche persone si dedicano all'agricoltura.

Secondo fonti storiche il villaggio prese il nome dal conte Turn che una volta viveva nel paese. La storia del villaggio è ricca: l'esercito turco e di Napoleone lo attraversarono e durante la Seconda Guerra Mondiale i combatimenti avessero luogo nel villaggio. Alcuni monumenti furono eretti in memoria dei Caduti tra i quali il più famoso e potente si trova sul monte Kobilnik.

Il Monte Kobilnik può essere raggiunto prendendo strada verso Voglar. La breve salita continua lungo una piacevole carrareccia e le scale e finisce in cima di Kobilnik, dove a sud c'è una vista meravigliosa su Nova Gorica e i suoi dintorni. Se fa bel tempo, si vede perfino al Golfo di Trieste, al fiume dell'Isonzo e al monte Trstelj. A nord si vedono le Alpi Giulie (con il monte sloveno più alto - Triglav) in tutta la loro bellezza. Ai piedi del Monte Kobilnik si trova una scultura artistica nella quale brucia ''il fuoco della pace e dell'amore'' acceso dal famoso musicista e pacifista Janez Rijavec – Gianni. In direzione della frazione di Rijavci il percorso si separa verso il villaggio di seconde case chiamato Trpinovšče. Il villaggio è anche il punto di partenza per visitare l'attrativa naturale  ''Skozno'', dove si trova una grande finestra naturale da quale si può godere una vista unica su tutta la Valle del Vipacco. Sul pendìo sotto il villaggio di Trnovo fu allestito un punto di lancio che permette dei lanci con parapendio, visitato da tanta gente nei casi di correnti d'aria favorevoli..

Trnovo è un villaggio piacevole, ricco del patrimonio sia naturale sia culturale, dove i nostri antenati hanno creato un piacevole ambiente per vivere sui terreni carsici pietrosi. Dopo alcuni anni di emigrazione la gente torna per vivere a contatto con la natura. Per molte persone l'aria fresca e l'ambiente tranquillo sono la fonte di una vita felice e contenta.

Foto: Društvo Planota, Društvo Planet Multimedija, Ropoša

 

 

 

Monumento ai caduti nella Guerra di Liberazione sugli Altipiani di Banjšice e Trnovo

Paracadutismo in tandem

FaLang translation system by Faboba